Descrizione del servizio

L'autenticazione della sottoscrizione consiste nell'attestazione da parte di un funzionario, mediante apposito timbro, che un documento è stato firmato in sua presenza rendendo così formalmente validi i dati in esso contenuti.

Torna ad inizio pagina.
 
 

Requisiti del richiedente

Il sottoscrittore dell'istanza o della dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà dev'essere cittadino di uno stato membro dell'Unione Europea.
I cittadini extracomunitari devono possedere un valido permesso di soggiorno per richiedere l’autentica della sottoscrizione di dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà. Le quali devono dichiarare fatti, stati, e qualità personali certificabili o attestabili da parte dei soggetti pubblici italiani.

Torna ad inizio pagina.
 
 

Modalità richiesta

La richiesta si effettua verbalmente presso l'ufficio anagrafe.
Le persone che per gravi motivi di salute siano impossibilitate a recarsi presso l’ufficio possono:

L’autentica viene fatta da agenti di polizia municipale appositamente incaricati nel luogo dove si trova il malato purchè risieda nel territorio del Comune.

Torna ad inizio pagina.
 
 

Modalità erogazione

Torna ad inizio pagina.
 
 

Documentazione da presentare

All'atto della richiesta deve essere esibito:

  1. il documento da sottoscrivere, già compilato, ma non ancora firmato dal richiedente
  2. un valido documento di identità personale del sottoscrittore
Torna ad inizio pagina.
 
 

Costi e modalità di pagamento

L'autentica della sottoscrizione è normalmente soggetta ad imposta di bollo di € 16 e a diritti di segreteria di €. 0,52 salvo che tale documento debba essere utilizzato in procedimenti per i quali la legge abbia esplicitamente previsto un'esenzione dall'imposta di bollo. In quest'ultimo caso il costo del servizio è di € 0,26.
Il versamento dell'imposta di bollo e dei diritti di segreteria viene effettuato direttamente allo sportello.

Torna ad inizio pagina.
 
 

Scadenze o validità

L'autenticazione della sottoscrizione in sé non ha scadenza, ma le istanze e le dichiarazioni sostitutive degli atti di notorietà hanno la stessa scadenza dei documenti che sostituiscono.

Torna ad inizio pagina.
 
 

Per approfondimenti

L'attestazione è apposta di seguito alla sottoscrizione.
Possono essere autenticate le sottoscrizioni in calce ai seguenti tipi di documenti:

  1. istanze (richieste rivolte ad una pubblica amministrazione o ad un privato)
  2. dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà (dichiarazioni di conoscenza del sottoscrittore da presentare a soggetti pubblici o privati)

Non è mai necessaria l’autentica quando l'istanza o la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà devono essere presentate ad una Pubblica Amministrazione o ad un esercente di pubblico servizio (ad es. ENEL, TELECOM, etc). Basta infatti allegare una fotocopia di un proprio documento di identità che può essere inoltrata anche via fax. L’autentica è invece necessaria quando l’istanza o la dichiarazione sostitutiva servono per riscuotere dei benefici economici dovuti a persona diversa da quella cui spetterebbero (ad esempio la delega della riscossione della pensione).  La dichiarazione di chi non sa o non può firmare (persona non vedente, non alfabetizzata etc.) è raccolta direttamente dall'ufficiale che, anziché attestare l'autenticità della sottoscrizione, attesta l'autenticità della dichiarazione.
La dichiarazione nell'interesse di chi si trovi in una situazione di impedimento temporaneo per ragioni connesse allo stato di salute, ad eccezione di quelle in materia fiscale, possono essere rese dal coniuge o, in sua assenza dai figli o, in mancanza di questi, da altro parente in linea retta o collaterale fino al terzo grado. Dell'impedimento temporaneo deve essere fatta menzione nella dichiarazione o nell'istanza.

Torna ad inizio pagina.
 
 

Normativa di riferimento

Torna ad inizio pagina.
 

Info su questa scheda

Responsabile aggiornamento: Giorgio Pisciotta
CODICE SCHEDA: DE 3
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito