1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale
  3. Menu di Sezione
Stemma Comune di Jesolo
 

Contenuto della pagina

CONTRIBUTI REGIONALI DI CUI AL FONDO PER LA RIDUZIONE DEI CONSUMI DELLA FORNITURA DI ENERGIA PER FINALITA’ SOCIALI

 

contatti

Responsabile Stefania Rossignoli
Referenti Barbara Masarin
Dove rivolgersi U.O. Servizi Sociali
Indirizzo Municipio via S. Antonio 11 (1° piano)
Orario lunedì e venerdì dalle 9 alle 13; martedì e giovedì dalle 15 alle 17.30
Telefono 0421 359189
Fax 0421 359183
E-mail  barbara.masarin@comune.jesolo.ve.it

 
 

Descrizione del servizio

La Regione Veneto ha approvato un bando per la concessione di contributi per interventi di miglioramento dell’efficienza energetica su edifici esistenti.

Torna ad inizio pagina.
 

Requisiti per l’ammissibilità

  1. I destinatari del bando sono famiglie con ISEE fino a € 10.000,00 e famiglie numerose (con 4 o più figli) con ISEE fino a € 20.000,00, proprietari, usufruttuari o comodatari dell’immobile di residenza, sul quale andranno a realizzarsi gli interventi.
  2. I destinatari del bando sono gli Enti proprietari, comodatari o usufruttuari di immobili nei quali si svolgono servizi residenziali e semiresidenziali per anziani, disabili, minori, centri di riabilitazione per anziani e disabili, centri di accoglienza e case famiglia.
  3. Nel caso di comodato o usufrutto, per entrambe le categorie di richiedenti, la domanda può essere presentata purché sia allegato documento autorizzativo liberatorio in carta semplice, rilasciato dal proprietario, alla realizzazione degli interventi indicati in domanda.
  4. Nel caso in cui un componente abbia cittadinanza non comunitaria deve possedere un titolo di soggiorno valido ed efficace. 
Torna ad inizio pagina.
 

Determinazione dei punteggi in rapporto alla condizione e tipologia dei beneficiari

1. Per gli interventi a favore dei soggetti privati:

Lettera
Condizione
Punti
A1.1
nuclei familiari in situazione di disagio economico corrispondente ad un indicatore della situazione economica equivalente (I.S.E.E.) da euro 0 ad euro 10.000,00
2
A1.2
nuclei familiari con presenza da quattro a più figli, anche non conviventi, a carico fiscalmente al momento della domanda, aventi un reddito I.S.E.E. fino a euro 20.000,00
2
A2
condizione di disabilità, ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n. 104, certificata dall’Ufficio INPS
2
A3
nucleo familiare ove sia presente almeno una persona di età uguale o superiore a 65 anni, purché in una condizione di disagio economico, come alla lettera A.1.1.
1

I punti indicati nella riga A.2 ed A.3 sono cumulabili con quelli indicati nella riga A.1.1 o nella riga A.1.2.

 

2. Per gli interventi a favore degli enti pubblici:

Lettera
Condizione
Punti

Tipo di ente

B1.1
Comune
6
B1.2
IPAB
5

Tipo di servizio erogato

B2
servizi residenziali e semiresidenziali per anziani, disabili, minori
5
B3
centri di riabilitazione per   anziani e disabili
4
B4
centri di accoglienza e case famiglia
3

I punti B.2, B.3, B.4 sono cumulabili con quelli alle righe B.1.1 o B.1.2.

 

Relativamente alle classi di efficienza energetica dell’immobile, sulla base della documentazione presentata in sede di domanda, saranno assegnati i seguenti punti:
Classi:

Classi di efficienza energetica dell’immobile

Categoria di consumo:
Punti
Edificio a energia quasi zero (NZEB)
0
A4
0
A3

A2
0
A1
0
B
1
C
2
D
3
E
4
F
5
G
6

È amissibile la domanda anche per la quota parte di investimento che non beneficia di un altro contributo regionale, statale, ecc. con le stesse finalità per i medesimi interventi, specificando quali.

Torna ad inizio pagina.
 

Interventi ammissibili

 Gli interventi ammissibili sono quelli atti a migliorare l’indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale ed estiva e dei consumi di energia elettrica e termica, e più precisamente:
- interventi sulle parti che delimitano la parte riscaldata dell’edificio dall’esterno o da parti non riscaldate e cioè interventi relativi alle strutture opache verticali, orizzontali o inclinate ed alle finestre e porte-finestre comprensive di infissi;
- interventi di installazione di generatori di calore alimentati a gas naturale (es: installazione o sostituzione caldaia con una a condensazione), di pompe di calore ad alta efficienza, di impianti geotermici a bassa entalpia, di microcogeneratori, allacciamento a rete di teleriscaldamento in sostituzione dei generatori di calore esistenti, comprensivi di eventuale adeguamento/installazione di canna fumaria;
- installazione di valvole termostatiche dei radiatori e di contabilizzatori di energia;
- interventi di installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi sanitari;
- interventi di installazione di pannelli fotovoltaici;
- interventi di installazione di tecnologie di gestione e controllo automatico (building automation) degli impianti termici ed elettrici;
- sostituzione dei vecchi corpi illuminanti con lampade Led;
- interventi di schermatura esterna che comportino la riduzione dell’irraggiamento solare negli ambienti interni nel periodo estivo (ad esempio tende esterne);
- sostituzione di stufe a legna o pellet con nuove tipologie ad alta efficienza 4 o 5 stelle ai sensi del Decreto Ministeriale 7 novembre 2017 n. 186 “Regolamento recante la disciplina dei requisiti delle procedure e delle competenze per il rilascio di una certificazione dei generatori di calore alimentati a biomassa combustibili solide”, installazione di gruppi termici a biomassa legnosa, con eventuale-adeguamento/installazione di canna fumaria.

Torna ad inizio pagina.
 

Spese ammissibili

Sono ammissibili al contributo regionale, nei limiti stabiliti dal Bando, le spese relative a:
- forniture, lavori (opere civili ed impiantistiche), limitatamente ai soli interventi indicati nell’elenco di cui al punto 3. (ad esempio nell’isolamento del solaio, si riconosceranno il solo costo dell’isolante e la relativa posa);
- IVA attinente alla realizzazione dell’intervento, se non recuperabile.
Sono ammissibili le spese sostenute dal 01/01/2018.
Gli interventi privati ammissibili al contributo, devono avere unimporto minimo delle opere di efficientamento energetico pari a euro 1.000,00IVA esclusa e sono rimborsabili al 100%, fino ad un massimo di euro 10.000,00IVA esclusa.
Gli interventi pubblici ammissibili al contributo, devono avere un importo minimo delle opere di efficientamento energetico pari a euro 5.000,00 IVA esclusa e sono rimborsabili al 70%, fino ad un massimo di euro 50.000,00 IVA esclusa.
Le spese tecniche nel limite del 10% del costo complessivo dell’intervento.

Torna ad inizio pagina.
 

Modalità di richiesta

Il Richiedente il contributo, dal 22.10.2018 ed entro il termine perentorio delle ore 12.00 del 22.11.2018, può:
1. compilare e inviare via web la “DOMANDA DI CONTRIBUTO”, secondo la procedura informatica riservata al richiedente con accesso tramite il sito internet: https://sociale.regione.veneto.it  e con validazione automatica da parte del sistema informatico (questa varrà come data di presentazione); fatto questo il richiedente dovrà recarsi nel Comune dove è ubicato l’immobile oggetto dell’intervento, al fine di consegnare la domanda compilata e sottoscritta assieme a tutta la relativa documentazione. Quest’ultima fase di consegna cartacea può essere evitata se il cittadino richiedente, ha la possibilità di inviare la medesima documentazione tramite PEC;
2. recarsi presso il Comune dove è ubicato l’immobile oggetto dell’intervento e consegnare la domanda cartacea compilata e firmata, allegando i documenti previsti dal bando (la data di presentazione sarà quella formalizzata dall’ufficio comunale);
3. far pervenire la domanda compilata e firmata, allegando i documenti previsti dal bando a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento; al fine del rispetto del termine, fa fede la data dell’avviso di ricevimento entro e non oltre la data e l’ora sopra specificata, pena la non ammissibilità.

Torna ad inizio pagina.
 

Documentazione da allegare alla domanda di contributo

Soggetti privati di cui alla lettera a - privati):

  • copia del documento di riconoscimento in corso di validità del richiedente;
  • attestazione I.S.E.E. relativa all’anno 2017;
  • autocertificazione dello stato di residenza e dello stato di famiglia;
  • copia del certificato attestante la condizione di disabilità ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n. 104, certificata dall’ufficio INPS;
  • documento liberatorio in carta semplice nel quale il/i proprietario/i autorizzano alla realizzazione degli interventi indicati nella domanda;
  • preventivo dettagliato con le specifiche degli interventi che verranno realizzati con il contributo, rilasciato da un operatore del settore;
  • prima pagina dell’APE (Attestato di Prestazione Energetica) che descriva l’immobile prima della realizzazione degli interventi (http://www.regione.veneto.it/web/energia/ricerca-ape ).
 

Enti pubblici di cui alla lettera b - enti):

  • copia del documento di riconoscimento in corso di validità del richiedente (rappresentante legale);
  • documento cha attesti la destinazione al servizio a cui è destinata la struttura;
  • documento liberatorio in carta semplice nel quale il/i proprietario/i autorizzano alla realizzazione degli interventi indicati nella domanda;
  • progetto di fattibilità tecnica ed economica o progettazione di livello superiore degli interventi che verranno realizzati con il contributo rilasciato da un tecnico competente ;
  • prima pagina dell’APE (Attestato di Prestazione Energetica) che descriva l’immobile prima della realizzazione degli interventi (http://www.regione.veneto.it/web/energia/ricerca-ape ).
Torna ad inizio pagina.
 

Graduatorie e modalità di erogazione del contributo

Graduatorie
La Regione del Veneto, ricevute le domande da parte del Comune, stilerà le graduatorie dei soggetti richiedenti il contributo, attribuendo un punteggio. In caso di parità di punteggio sarà utilizzato il criterio in base alla data e all’ora di ricezione formalizzata dal Comune ricevente.
Successivamente la Regione del Veneto:
1. approva le graduatorie dei soggetti beneficiari del contributo;
2. pubblica il provvedimento di cui alla precedente punto 1) sul sito internet: https://www.regione.veneto.it

Erogazione del Contributo
La Regione del Veneto erogherà, ai Comuni incaricati all’istruttoria delle domande, l’importo complessivo risultante dalle domande ammissibili, sia per i soggetti privati che per i soggetti pubblici, dopo l’approvazione del bilancio di previsione regionale 2019 - 2021.
Successivamente i Comuni erogheranno ai soggetti privati e agli enti pubblici, un acconto pari al 30% dell’importo ammesso a contributo, ad esecutività del proprio provvedimento di acquisizione delle risorse di cui al punto precedente e il saldo entro il 31 marzo 2020, previa presentazione da parte dei beneficiari di cui sopra, entro il 30 novembre 2019, delle fatture quietanziate e annullate dal Comune, mediante la dicitura “interventi oggetto delle provvidenze previste dalla DGR n. 1465 del 08 ottobre 2018 ” e l’APE (Attestato di Prestazione Energetica) e prima pagina del libretto d’impianto o codice catasto e chiave (http://www.regione.veneto.it/web/energia/regolamento-impianti) a conclusione degli interventi. I lavori dovranno comunque concludersi entro il mese di ottobre 2019.

Torna ad inizio pagina.
 

Controlli

La Regione, avvalendosi anche dell’apporto dei Comuni, provvede al monitoraggio degli interventi realizzati, (ai sensi dell’art. 3 comma 4 del D.M. 26 gennaio 2012) e trasmette le informazioni al Ministero dello Sviluppo Economico.

Torna ad inizio pagina.
 

Documenti da scaricare

Torna ad inizio pagina.
 

Per saperne di più

Torna ad inizio pagina.
 

Assistenza alla compilazione della domanda

Comune di Jesolo 
via Sant’Antonio, 11 
Ufficio Servizi Sociali – 1° piano
PREVIO APPUNTAMENTO da prendere di persona nei seguenti giorni e orari:
il lunedì ed il venerdì dalle 9 alle 13; martedì e giovedì dalle 15 alle 17.30
oppure al telefono: 0421 359189; 0421 359188; 0421 359179

Torna ad inizio pagina.

Per informazioni

Referente
Masarin Barbara
Orario lunedì e venerdì dalle 9 alle 13; martedì e giovedì dalle 15 alle 17.30
Telefono 0421 359189
Fax 0421 359183
E-mail politiche.sociali@comune.jesolo.ve.it

Ultima Modifica: 29/10/2018

Comune di Jesolo
via Sant'Antonio 11, 30016 Jesolo (VE) - P.I./C.F. 00608720272
Ufficio Relazioni con il Pubblico: 0421 359111 - Fax: 0421 359360 - Email: comunicazione@comune.jesolo.ve.it -
PEC: comune.jesolo@legalmail.it